Allergie di Stagione

Un'allergia è una risposta immunitaria anomala del sistema immunitario indotta dal contatto, dall'inalazione e/o dall'esposizione a sostanze estranee normalmente innocue, denominate allergeni.

I tessuti coinvolti in questa reazione sono prevalentemente le mucose nasali, gli occhi, i bronchi e l'apparato cutaneo; questi divengono iperattivi e, in determinate condizioni esterne come la presenza di inquinanti, divengono ancora più sensibili.

I sintomi più tipici delle allergie primaverili:

  • sintomi nasali: starnuti ripetuti, congestione con sensazione di naso chiuso, secrezione abbondante e di colore chiaro, prurito, riduzione dell’olfatto;
  • sintomi oculari: prurito alle congiuntive che appaiono arrossate ed edematose, lacrimazione, fotofobia (fastidio alla luce);
  • sintomi a carico dell’apparato respiratorio: tosse secca e stizzosa e difficoltà a respirare (la cosiddetta fame d’aria), crisi di tipo asmatico.

  • Evitare di uscire subito dopo un temporale: l’acqua rompe i granuli pollinici in frammenti più piccoli che raggiungono facilmente le vie aeree e in maggior profondità.
  • Evitare di fumare: il fumo irrita ulteriormente le mucose di naso e occhi.
  • Cambiarsi i vestiti e farsi una doccia quando si rientra a casa: si eliminano così i pollini che si sono attaccati nel corso della giornata, evitando l’esposizione notturna all’allergene.
  • Evitare categoricamente le “cure fai da te” perché si corre il rischio del sovra dosaggio o si sottovaluta l’interazione con altri farmaci e soprattutto evitare il ricorso a prodotti fitoterapici potenzialmente in grado di provocare reazioni avverse o anafilattiche.

Consigli utili

  • Consultare i calendari della fioritura: è necessario assumere i farmaci per l’allergia prima della comparsa dei sintomi.
  • Durante il periodo di pollinazione evitare le attività sportive in prossimità di aree verdi.
  • Ricordare che le concentrazioni di pollini sono maggiori nelle giornate secche ventose e soleggiate.
  • Tra le 10.00 e le 16.00, periodo di maggior concentrazione di pollini, tenere chiuse le finestre e i finestrini dell’auto.
  • All’aperto indossare occhiali scuri: la luce del sole aumenta il fastidio associato ai sintomi oculari.

Condividi questo post

Commenti (0)

Nessun commento